top of page

Marzo 2024: Pasqua in Fattoria (...e una ricetta sfiziosa)




E' stato un inverno bizzarro, da queste parti: con temperature molto più miti rispetto alle medie stagionali. Si potrebbe quasi dire che è passato senza troppo farsi sentire.

Gli equilibri della terra e dell'ambiente cambiano rapidamente (ahimè, non sempre in meglio), le stagioni si susseguono senza mutare d'improvviso i colori come avveniva una volta, eppure...fra le nostre colline regna ancora un'armonia e un senso di ciclicità, di ritmo, che ci dà speranza e ci anima.

Ed è proprio con questi presupposti, di aspettativa e speranza – che ci avviamo a celebrare la Pasqua – che cadrà bassa l'ultimo weekend del mese – alla Fattoria.

Il weekend di Pasqua sarà un'ottima occasione, per tutti gli amici visitatori, per poterci passare a trovare “improvvisando”* così in una visita guidata della fattoria con piccole degustazioni dei nostri prodotti.

Per chi avesse intenzione di trattenersi a dormire, abbiamo la possibilità di ospitarvi, con le nostre camere in agriturismo, in moda da provare un'esperienza unica che ha l'intimità e il calore familiare dei casali di campagna, una sorta di foresteria per gli amanti della terra e degli animali, desiderosi di scoprire l'entroterra toscano e le meraviglie storico-artistiche che esso nasconde, trovandoci a pochi km da alcuni dei borghi più suggestivi del territorio regionale.

Insomma, Pasqua è proprio il momento migliore per prendersi una pausa dalla routine quotidiana e venire a conoscere un altro – possibile – modo di vivere, ovvero quello delle esperienze che ruotano intorno ai tempi e alle esigenze della natura e del mondo animale, quelle che producono e vivono di semine, raccolte, di vendemmie, di nascite, allevamenti.

Pasqua potrebbe essere l'occasione giusta – se avete dei figli a cui volete ispirare dei messaggi o della consapevolezza, visto che anche a scuola se ne sta cominciando a parlare sempre più spesso, fortunatamente – per portarli ad osservare e conoscere da vicino come funziona una realtà di produzione agricola sostenibile, come si pensa un luogo ed un calendario sulla base degli animali, come si fanno delle scelte di consumo etiche, che cosa significa davvero “economia verde”...insomma, venire a trovarci con la vostra famiglia potrebbe essere un'occasione di riflessione e di condivisione davvero profonda e importante.

Vi aspettiamo volentieri!


*ps: diciamo improvvisare ma in realtà chi ci conosce già sa che i nostri tour non hanno nulla di lasciato al caso!


Ah, e per concludere questo articolo in bellezza, vogliamo suggerirvi un appetizer gustoso e saporito da mettere in tavola il giorno di Pasqua, naturalmente a base di uno dei nostri prodotti.

Scegliamo dunque un cestino di toma e pere williams.

Questa particolare varietà di frutta, infatti, ben si sposa con la nostra Toma di formaggio di capra a latte crudo con lavorazione lattica e messa in forma al mestolo.

Per rendere più appetitoso e intrigante il pranzo pasquale, dunque, create dei cestini di pasta sfoglia (potete farli da soli oppure prendere quelli già pronti, ma sarebbe meglio la prima opzione!), metteteli negli stampini che si usano per i dolci, bucherellateli e infornateli a circa 220° per 5/6 minuti.

Quando saranno cotti e croccanti, aiutatevi con un cucchiaio o una sac à poche per farcili con la toma di capra. Infine, a guarnire, aggiungete la dadolata di pera williams, magari con una spolverata di cannella per insaporire. Avrete creato dei piccoli finger food irresistibili da stuzzicare per grandi e piccini, prima di cominciare col pranzo di festa.

Se volete condividere questa ricetta, fate pure! ma soprattutto...passate in fattoria ad acquistare qualcuno dei nostri eccellenti prodotti artigianali. La toma lattica, per esempio, ha un peso di circa 1 kg e può essere tranquillamente venduta al taglio.


28 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page